top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreM.

Sodomia


Allora Abramo gli si avvicinò e gli disse: Davvero sterminerai il giusto con l'empio?

Genesi 18:23


La notizia dell'arrivo degli angeli era circolata velocemente, dato che un abitante di Sodoma aveva ascoltato di nascosto la conversazione di Abramo con il dio delle tempeste ed era tornato ad avvisare la città, correndo nella piana fino a farsi sanguinare i piedi.





I sodomiti erano quindi pronti a scacciare gli angeli; ma quando essi arrivarono alle mura, non vennero riconosciuti. Da tempo il consiglio dei patriarchi era stato scardinato dall'assemblea, e un solo fedele al vecchio ordine rimaneva: Lot, che per la sua avarizia si era inimicato tutti.


Quando una donna vide il vecchio Lot insistere per ospitare due stranieri, si insospettì ed avvertì l'assemblea, che presto, seguita da una folla, andò a bussare a casa di questi.


«Lot, consegnaci i messaggeri. Conosci bene l'autorità che li manda: egli ci ha invisi perché abbiamo rifiutato i suoi dettami. La loro presenza qui è nefasta, e di certo preannuncia che qualcosa di grave si muove contro di noi; dobbiamo interrogarli.»


Allo stesso tempo l'assemblea aveva istituito un'evacuazione; mentre la folla clamoreggiava, purché Lot smettesse di offrire asilo agli angeli, le donne di Sodoma svuotavano la città casa per casa.


Lot uscì verso di loro sulla porta e, dopo aver chiuso il battente dietro di sé, disse: «No, fratelli miei, non fate del male! Sentite, io ho due figlie che non hanno ancora conosciuto uomo; lasciate che ve le porti fuori e fate loro quel che vi piace, purché non facciate nulla a questi uomini, perché sono entrati all'ombra del mio tetto».


«Lot, vecchio bastardo, cosa c'entrano le tue figlie?» Allora i soldati spintonarono via Lot e si introdussero nella casa con la forza, tentando di imprigionare i messaggeri; ma questi, sentendo il clamore, avevano già cambiato la forma e s'erano involati.


Vedendo che l'ora era tarda, l'assemblea incatenò Lot alla sua dimora, decretando che qualunque fato fosse riservato alla città ne dovesse essere partecipe. Sua moglie e le sue figlie vennero invece fatte evacuare con gli altri.


E lungo la strada del deserto, si sentirono le donne di Sodoma cantare:

«Se il dio delle tempeste fa piovere fosforo e zolfo, ci armeremo d'ombrelli e bestemmie.»



 

SCRITTOBRE è una sfida per scrittori. 31 giorni, 31 parole, un solo obbiettivo: scrivere qualcosa a tema ogni giorno.


Sto seguendo le parole votate nel gruppo telegram di Fabio Scalini.




6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Terremoto

Fulmini

Invidia

Comments


bottom of page